ONU: La decisione di cancellare l’Arabia Saudita dalla lista nera non è finale

Fonte: Al Mayadeen

Il portavoce del segretario generale delle nazioni unite ha dichiarato che la decisione di cancellare l’Arabia Saudita dalla lista nera non è finale, e che l’ONU sta aspettando di ricevere informazioni dal Riyadh; mentre il rappresentante permanente della Russia commenta quanto sia importante che le nazioni unite prendano posizioni “più indipendenti” nella redazione delle loro relazioni.

Il portavoce di Ban Ki Moon, Stéphane Dujarric ha affermato che l’eliminazione dell’alleanza saudita dalla lista nera (dei paesi coinvolti nella violazione dei diritti dei bambini in guerra) non è confermata, e che l’ONU attende di ricevere chiarimenti dai sauditi a riguardo.

Dujarric ha aggiunto che è stata data la chance al Riyadh per deporre obiezioni e informazioni sul contenuto della relazione prima della data in cui verrà discussa, il prossimo Agosto.

Il segretario generale delle nazioni unite ha annunciato lo scorso giovedì che il fatto di avere incluso l’alleanza saudita nella lista nera per l’uccisione dei bambini yemeniti “ha portato a minacce da diversi paesi di tagliare i finanziamenti per le iniziative intraprese dall’ONU”.

Ban Ki Moon ha continuato, dicendo che la decisone di eliminare i sauditi dalla lista “è stata una delle decisioni più difficili e dolorose che ho mai preso”.

A tal proposito il rappresentante permanente della Russia alle nazioni unite, Vitaly Churkin, ha detto quanto sia importante che l’assemblea generale dell’ONU prenda una posizione “più indipendente” quando si tratta di redigere le sue relazioni.

Commentando sulla posizione specifica adottata dalle nazione unite di fronte all’Arabia Saudita, Churkin ha rivelato che ci sono paesi che mettono pressione sull’assemblea generale perché non vengano legati i loro nomi con certi temi.

Parlando invece di un’altra relazione redatta dall’ONU sul pericolo dello Stato Islamico, Churkin ha puntualizzato come non siano state incluse alcune delle informazioni che il suo paese ha offerto sul coinvolgimento palese delle Turchia nell’armamento dei terroristi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...