Dimezzati i profitti petroliferi per l’IS

https://i1.wp.com/thefunnybeaver.com/wp-content/uploads/2015/11/Want-To-See-Four-A-10s-And-Two-AC-130-Gunships-Destroy-116-ISIS-Fuel-Trucks-operation-tidal-wave-2-video-featured-2.jpg

I bombardamenti condotti dalla coalizione internazionale contro le installazioni petrolifere controllate dall’IS -bombardamenti iniziati l’autunno scorso- hanno portato a un dimezzamento degli introiti per i jihadisti, stimati ora di essere 15 milioni di dollari mensili dall’alleanza.

Il colonnello americano Chris Garver, portavoce militare dell’alleanza, ha rivelato da Baghdad che l’operazione “Tidal Wave 2” continuerà a “diminuire i ricavi raccolti dallo stato islamico dalle sue attività petrolifere”.

Ha poi aggiunto “pensiamo che l’operazione ha portato a una riduzione del 50% dei profitti, ovvero a 15 milioni di dollari al mese”.

L’operazione “Tidal Wave 2” è cominciata in autunno e mira alla distruzione delle installazioni petrolifere dello stato islamico.

Il portavoce militare ha affermato che dall’inizio delle operazioni sono state effettuate 193 incursioni. L’ultimo bombardamento è accaduto lunedì e ha distrutto gli ugelli di sei pozzi petroliferi dell’ISIS.

Gli Stati Uniti e la coalizione hanno provato inizialmente a limitare le incursioni in Iraq e in Siria al minimo, per non eliminare risorse che poi torneranno utili a un governo legittimo. In autunno tuttavia hanno deciso di accelerare il passo per il bisogno impellente di avviare operazioni militari contro lo stato islamico.

Fonte : Al Nahar

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...